Attività e progetti

La BFS ha promosso negli anni un gran numero di appuntamenti culturali, convegni, seminari, conferenze, mostre e dibattiti fra cui si ricordano: L'antifascismo rivoluzionario (1992); Giovanni Rossi e la Colonia Cecilia (1993); Pietro Gori (1996); Gli anni della rivolta: 1968-1977 (1997); Marxismo, populismo e anarchismo (1997); Aldo Capitini (1998); Galilei e Bruno nell'immaginario sociale dei movimenti popolari fra Otto e Novecento (1999); Berneri e Rosselli (2001); L'età della rivolta, società di massa, movimenti di protesta e idee di rivoluzione negli anni '60 e '70 (2002); Il confino di polizia, 1926-1943: la repressione del dissenso sociale e politico nell'Italia fascista (2004); Le fonti minori di natura politica (2005); Luigi Fabbri: vita e idee di un anarchico antifascista 1877-1935 (2005); L'Utopia si fa storia. Spagna 1936 (2006); XIV Conférence internationale FICEDL (2009), Nostra patria è il mondo intero. Pietro Gori nel movimento operaio e libertario italiano e internazionale (2011) Koha open source ILS Integrated library system (2013).

Accanto alla attività svolta con i convegni e i seminari la Biblioteca ha promosso numerose pubblicazioni di cui tra le più note, in collaborazione con quattro Università italiane (Messina, Milano, Teramo e Trieste), si ricorda il Dizionario biografico degli anarchici italiani (2000-2004).

Con la Biblioteca A. Mai di Bergamo la Biblioteca ha sostenuto dal 1999 al 2012 il premio e poi la borsa di ricerca dedicata alla memoria di Pier Carlo Masini.

In questi ultimi anni la Biblioteca è stata impegnata oltre che nella gestione ordinaria - inventariazione e catalogazione - dei fondi, che si sono notevolmente arricchiti, anche nello studio della migrazione dei dati dal vecchio data base ISIS/TECA all'attuale Koha e per questo ha avviato un progetto specifico sperimentale dedicato alla catalogazione e digitalizzazione dei fogli volanti; al censimento nazionale dei monumenti dedicati agli anarchici e alla loro storia; all'avvio del progetto di messa on-line del Dizionario biografico degli anarchici italiani e alla costruzione di pagine dedicate alla storia sociale e politica tra Otto e Novecento di Pisa e della sua provincia in relazione alla più complessa storia della Toscana.