Il potere dell’utopia. Arti, cultura e immaginario nel Sessantotto

Parma, Auditorium di Casa Matteo Bagnaresi, via Saragat 33/a - Centro studi movimenti - Parma. Biblioteca Franco Serantini - Pisa. Archivio Marco Pezzi - Bologna

26-27 ottobre, 2018 - Convegno di studi

Parma_2018

 

Il potere dell’utopia

Arti, cultura e immaginario nel Sessantotto

Convegno di studi
Parma, 26-27 ottobre 2018
Auditorium di Casa Matteo Bagnaresi, via Saragat 33/a
 
Venerdì 26 ottobre, ore 15.00-18.00
Un immaginario planetario
Controcultura di massa: beat, rock, Hollywood Renaissance
Alberto Mario Banti (Università di Pisa)
Londra 1966, la swinging city, centro della rivoluzione del gusto e dei costumi
Valentina Agostinis
L’estetica del pop
Andrea Mecacci (Università di Firenze)
Sous le pavé la plage. Poesia e violenza a maggio
Antonio Benci (Università di Venezia)


Sabato 27 ottobre, ore 9.30-13.00
Tra arte e politica
Letteratura e Sessantotto
Luigi Weber (Università di Bologna)
Anni Sessanta comincia la danza. Protesta giovanile e canzonette
Diego Giachetti
Contestazione generale: i Cinegiornali Liberi di Zavattini e quelli del Movimento Studentesco Christian Uva (Università di Roma Tre)
Oltre il teatro. I palcoscenici del 68
Margherita Becchetti (Centro studi movimenti)
Tra estetica e politica. L’arte intorno al ’68
Cristina Casero (Università di Parma)
Il 68 della fotografia. Segni, sguardi e nuove narrazioni
Lucia Miodini (CSAC - Università di Parma)


Pausa pranzo con buffet


Ore 14.30-18.00
Nuovi spazi per la politica
Parole e icone. I manifesti del 68 italiano
William Gambetta (Centro studi movimenti)
Voci contro: volantini e dazebao degli studenti pisani
Franco Bertolucci (Biblioteca Franco Serantini di Pisa)
Controinformazione a basso costo. Filmine, audiovisivi e cinevolantini
Milo Adami (Centro studi movimenti)
La colonna sonora del ’68: il Nci, la musica popolare e i canzonieri politici
Antonio Fanelli (Università di Firenze)
Il conflitto nello spazio dello sport
Alberto Molinari (Istituto storico di Modena)


a cura di
Centro studi movimenti - Parma
Biblioteca Franco Serantini – Pisa
Archivio Marco Pezzi – Bologna


con il contributo di
Regione Emilia Romagna


IL convegno è valido per la formazione docenti. Agli insegnanti che ne faranno richiesta verrà rilasciato l’attestato di partecipazione. Il Centro studi movimenti è ente formatore accreditato dal MIUR. Per le iscrizioni inviare una mail a centrostudimovimenti@gmail.com