Rojava: la rivoluzione possibile delle donne (SOSPESA L'INIZIATIVA)

Ghezzano (PI) via G. Carducci n. 13 loc. La Fontina - Casa della donna e Biblioteca F. Serantini

6 marzo, 2020 - Conferenza

A CAUSA DELL'EMERGENZA SANITARIA CHE STA ATTRAVERSANDO IL NOSTRO PAESE LA CONFERENZA/DIBATTITO PREVISTA PER OGGI POMERIGGIO E' SOSPESA.

COMUNICHEREMO IL PRIMA POSSIBILE LA NUOVA DATA.

CI SCUSIAMO CON I LETTORI E GLI AMICI

LA DIREZIONE DELLA BIBLIOTECA

 

La Casa della Donna di Pisa e la Biblioteca Franco Serantini ricordano Mirella Scriboni (1950-2017)

Mirella Scriboni era nata a Viterbo e si era laureata a Pisa in lettere discutendo una tesi con il professor Silvio Guarnieri. Ha insegnato italiano in varie università estere (Sydney, New York, Alessandria d'Egitto, Galway-Irlanda). Oltre a interessarsi di donne e antimilitarismo tra '800 e '900, si è occupata di letteratura di viaggio e, in particolare, di viaggiatrici italiane dell'Ottocento. Ha, tra l'altro, curato la pubblicazione italiana dei racconti di viaggio in Turchia di Cristina Trivulzio di Belgioioso, Emina (Tufani, 1997), Un principe curdo (Tufani, 1998), Le due mogli di Ismail-bey (Tufani, 2008) e infine Abbasso la guerra! Voci di donne da Adua al Primo conflitto mondiale 1896-1915 (Biblioteca Franco Serantini, 2008). Era socia della Casa della Donna di Pisa, amica e sostenitrice della Biblioteca Franco Serantini.

Per ricordarla a tre anni dalla scomparsa

venerdì 6 marzo alle ore 17

alla Casa della cultura e della memoria

via G. Carducci 13, loc. La Fontina a Ghezzano

si svolgerà una conferenza/dibattito dal titolo:

Rojava: la rivoluzione possibile delle donne.

Norma Santi (curatrice del libro La sfida anarchica nel Rojava) e Simonetta Crisci (avvocata e presidente dell'Associazione Senza confini) parleranno dell'esperienza del confederalismo democratico che si è sviluppato nella Siria nord-occidentale, i cui punti cardine sono la lotta delle donne contro il patriarcato, la democrazia popolare e il rispetto per l’ambiente. In particolare verrà posto l'accento sulla “Rivoluzione delle Donne” (secondo uno scritto omonimo di Abdullah Öcalan), che teorizza la loro partecipazione equa in tutti le comuni e le assemblee in cui vengono prese le decisioni e include la formazione della propria unità di autodifesa. L'esperienza di combattimento delle donne curde è diventata una delle più importanti lotte contro il patriarcato nel mondo di oggi.

L'incontro sarà coordinato e introdotto da Maria Grazia Petronio (Biblioteca F. Serantini) e Carla Pochini (Presidente della Casa della Donna di Pisa).

L'iniziativa fa parte del ciclo degli eventi di presentazione della nuova sede della Biblioteca F. Serantini. Al termine dell'incontro si terrà un'apericena solidale.